News from the Locarno Festival
 

Mamma li turchi!

Mamma li turchi!

Share:

Le grandi storie del cinema – a cui il Festival dedica la sezione dal nome godardiano Histoire(s) du cinéma – si annidano spesso negli anni e nei paesi che affascinano meno critici, cinefili e studiosi. Ecco perché Remake, Remix, RipOff è un gioiello: sa farci vivere gli anni d'oro del cinema trash turco con il gusto dell'avventura dei suoi esemplari migliori.

Una produzione cinematografica incredibile, che tra gli anni Sessanta e Settanta faceva il tutto esaurito (10.000 spettatori in sala ogni giorno!), un successo cosí incontrollabile che era impossibile stargli dietro. Non c'erano abbastanza sceneggiatori per scrivere sempre nuove avventure, storie d'amore, opere di genere. E cosí si sono spremuti i divi – molti, intervistati da Cem Kaya, non ricordano gran parte dei lungometraggi interpretati, uno di loro giura che con i metri di pellicola in cui lui recita si potrebbe avvolgere il mondo due volte – e si è saccheggiato l'immaginario delle industrie della Settima Arte europea e soprattutto americana.

Nascono cosi i remake e reboot de Il padrino o di Superman, di Tarzan o Dracula, di Star Trek e L'esorcista, di Batman e Fantomas. E s'è scopiazzato persino da Bud Spencer e Terence Hill. Due ore di storia del cinema – si parla di piú di 1000 film girati con questo metodo – e si riscopre il cinema come fenomeno popolare di massa e come incredibile cavalcata fatta di eroi dietro le quinte: registi veloci, cineoperatori acrobatici, stuntman eroici, protagonisti indistruttibili e inconsapevoli. Un patchwork divertentissimo e pieno di aneddoti affascinanti.

Boris Sollazzo
Useful links

Follow us


© Locarno Festival
Impressum & Disclaimer